Imbianchino decoratore

Imbianchino decoratore

Info su imbianchino decoratore

l'imbianchino decoratore si occupa di lavori di imbiancatura, trattamenti antimuffa, decorazioni, tinteggiature, risoluzione problemi di umidità, lavori in cartongesso, posa parquet flottante, levigatura parquet in legno, piccoli interventi dir ristrutturazione (ripristini edili)

Colori e Abbinamenti

ImbianchinoPosted by Ennio 06 Jun, 2017 22:57:27


  • Comments(0)//imbianchinodecoratore.artedecori.net/#post1

L'UMIDITÀ' NEGLI AMBIENTI DOMESTICI

ImbianchinoPosted by Ennio 23 May, 2017 11:58:12

L'umidità in casa oltre a creare problemi di muffa alle nostre pareti, crea una

serie di malattie ai polmoni ed alle ossa che con il tempo diventano delle proprie

patologie croniche difficili da curare.

Inoltre i soggetti a rischio come bambini e anziani, nonché quelli asmatici e quelli che

soffrono di allergie congenite ed acquisite, dovrebbero vivere in locali asciutti e ben

arieggiati.

Controlliamo quindi le pareti della nostra casa e se notiamo della macchia di muffa

allora è il momento di affrontare la situazione per rendere la casa più salubre e

vivibile, chiamare 3886346415 per un trattamento immediato.

Di seguito forniamo alcuni consigli che aiutano a prevenire la formazione di muffe

dovuta a un insufficiente ricambio d’aria.

La ventilazione come valida prevenzione alla

formazione di muffe

Ventilare correttamente un’abitazione non è affatto facile. Troppo spesso si tende a

trascurare l’importanza di questa operazione, intervenendo solo quando sulle pareti

compaiono già le prime macchie scure che annunciano lo sviluppo di muffe. In genere le

case vengono arieggiate troppo poco, tuttavia è bene non incorrere nemmeno

nell’eccesso opposto.

Giri d’aria e correnti d’aria

Sono le soluzioni migliori per far uscire di casa l’aria viziata, umida e frammista a

sostanze volatili inquinanti. Una buona circolazione dell’aria permette altresì di

contenere le perdite di energia ed evitare un raffreddamento eccessivo delle

abitazioni.

Per creare un giro d’aria o una corrente d’aria aprire le porte che danno sul balcone e

le finestre. L’aria interna viene trasportata velocemente all’esterno. In genere è

sufficiente ventilare per 1-5 minuti se la circolazione d’aria è sostenuta, oppure per 5-

10 minuti qualora essa sia più mite.

Non lasciare finestre e porte-finestre aperte troppo a lungo

Se lasciate aperte continuamente o comunque troppo, le finestre e le porte-finestre

ad apertura inclinabile causano inutili perdite di energia, con conseguente lievitazione

delle spese di riscaldamento.

Tenere chiuse le stanze ad alto tasso di umidità

Molti commettono l’errore di arieggiare le stanze particolarmente umide, come ad es.

il bagno dopo la doccia, spalancando la porta che le collega agli altri ambienti della

casa. Questa soluzione va evitata, perché l’umidità si diffonde in tutta l’abitazione e in

certi casi può determinare la formazione di muffe.

Dopo la doccia è meglio ventilare abbondantemente il bagno aprendo la finestra che da

verso l'esterno, affinché l’umidità in eccesso fuoriesca. Altri ambienti domestici ad

alto tasso di umidità sono la cucina e la camera da letto, anche per questi valgono le

medesime regole indicate per il bagno.

Non lasciar raffreddare troppo le stanze

Il calore proveniente da locali limitrofi riscaldati non dovrebbe penetrare nelle stanze

riscaldate poco o per niente. Il vapore acqueo presente nell’aria riscaldata potrebbe

infatti depositarsi sulla superficie fredda dei muri perimetrali del locale non

riscaldato, dando luogo alla formazione di condensa. Per questo motivo bisognerebbe

sempre evitare di lasciar raffreddare troppo le stanze.

· arieggiare indipendentemente dalle condizioni meteorologiche, quindi anche

quando piove: l'aria fresca esterna è sempre più asciutta di quella interna;

· più bassa è la temperatura esterna, minore dovrebbe essere la durata di

ventilazione della casa;

· più bassa è la temperatura dentro casa, più frequente dovrebbe essere la

ventilazione.

Arieggiare: per quanto tempo?

Il tempo necessario per arieggiare un’abitazione in modo naturale dipende dai fattori

atmosferici (ad es. intensità del vento), come pure dalla differenza di temperatura

tra interno ed esterno. Determinanti a tale riguardo sono anche i punti dell’involucro

edilizio permeabili all’aria (ad es. fughe) e il tipo di ventilazione effettuata (corrente

d’aria, finestre o porte ad apertura inclinabile). Per questo motivo è difficile stabilire

esattamente il tempo necessario per un completo ricambio d’aria all’interno di

un’abitazione.

Valori indicativi per arieggiare in modo manuale

Giro d’aria: ca. 1-5 minuti

Corrente d’aria: ca. 5-10 minuti

Finestre ad apertura inclinabile: ca. 30-60 minuti (questo sistema, richiedendo più

tempo per essere efficace, non è adatto per tutte le stagioni)



  • Comments(0)//imbianchinodecoratore.artedecori.net/#post0